Le Gare e le Vittorie

Tecnosport Rally nasce negli anni ’80 dalla passione di specialisti ed amanti delle competizioni in fuoristrada, quando competizioni come la Dakar o il Rally dei Faraoni, occupavano un posto di ampio rispetto nel cuore di tutti i piloti e gli appassionati di sport a due e quattro ruote.

I primi progetti sperimentali avvennero su marchi come Mercedes o Range Rover, fino a che nel 1992 si stabilì una collaborazione con il marchio Nissan che dura ancora oggi.

Insieme alla Casa giapponese vennero realizzati negli anni Novanta numerosi progetti di auto delle categorie T1, T2 e T3 che hanno di certo lasciato una traccia nel panorama italiano ed internazionale di questa disciplina grazie ad ottimi piazzamenti e vittorie costanti.

Con Tecnosport Rally hanno corso nomi che hanno fatto la storia del Cross Country: dallo stesso attuale patron Maurizio Traglio, a Franco Germanetti, Klaus Seppi, Clay Regazzoni, Kenjiro Shinozuka, Dominique Housieaux, Andrej Ivanov, Edi Orioli, Bernard Anquetil, solo per citarne alcuni.

Dal 1992 Tecnosport Rally è approdata ufficialmente nel grande mondo dei Rally Raid, proprio nell’anno in cui la Dakar per la prima volta affrontava la grande avventura del Sud Africa; da allora il team di Como ha partecipato e vinto in diverse competizioni di Coppa del Mondo, portando a casa coppe, titoli e grandi soddisfazioni fino al titolo mondiale nel 2008.

Fu in quell’anno infatti che la squadra riportò la vittoria della Coppa del Mondo FIA Cross Country in T2 con l’equipaggio composto da Artur Ardavichus e Denis Berezovskiy, vittoria successivamente replicata dal medesimo pilota proprio nel 2015.

In tutti questi anni il team è stato un riferimento per tantissimi piloti, meccanici, sportivi ed appassionati grazie alle sue gesta e alla sua presenza nelle competizioni di maggior rilievo.

Piloti professionisti e gentleman driver negli anni Novanta e 2000 hanno deciso di correre con mezzi della Tecnosport, usufruendo dell’assistenza di un team esperto e di un servizio sul terreno di primissimo ordine con meccanici e camion, schierati in gara e sulle strade asfaltate , che hanno sempre garantito un servizio e un’assistenza fondamentali per il successo di una squadra in gare lunghe e difficili come sono i Raid in Africa, e non solo.

In costante contatto con Nissan, la scuderia comasca ha preparato e costruito negli anni diversi modelli di vetture: dal Patrol Gr al Nissan Terrano 2, dal Nissan Navara al Pathfinder, inventando, disegnando e progettando soluzioni in grado di assicurare ottime prestazioni ed affidabilità in gara.

La progettazione e preparazione delle auto non si ferma alla semplice sostituzione di componenti ma prevede anche la realizzazione di telai e prototipi fatti su misura per il cliente e per il tipo di competizione che vorrà affrontare. Negli anni 2010 e 2011, inoltre, la squadra ha avviato una collaborazione con la casa cinese Chery per preparare e far debuttare alla Dakar il suo prodotto di punta: la Rely X5.

Una nuova generazione di piloti, che hanno già corso qualche gara negli anni passati, si affaccia nei ranghi del team sportivo Comasco: è rappresentata da giovani e promettenti leve, come Lorenzo Traglio e Valentina Casella, quest’ultima fra le poche donne pilota del panorama dei campionati Cross Country, che si preparano per affrontare il Campionato 2017.